79 DPR n. 602/1973, sia superiore all’ammontare del debito residuo maggiorato degli interessi di dilazione. Tassi di rateizzazione. Concorre a determinare la soglia di 100 mila euro, oltre all’importo per cui si richiede la rateizzazione, anche il debito residuo di piani di dilazione già in corso. Come posso chiedere la sospensione amministrativa? La rateizzazione comporta notevoli benefici per il contribuente. Condizione ch… Per la richiesta di proroga è necessario presentare una domanda motivata dichiarando che, successivamente alla concessione della rateizzazione, si è verificato un peggioramento della temporanea situazione di obiettiva difficoltà economica. Dalla presentazione della richiesta e, finché sei in regola con i pagamenti delle rate, non sei considerato inadempiente verso gli enti creditori e l'Agenzia delle entrate-Riscossione non iscrive fermi o ipoteche, né attiva qualsiasi altra procedura di riscossione. Le somme richieste dall’Agenzia delle Entrate – Riscossione tramite le cartelle di pagamento sono sempre rateizzabili. In questo caso, puoi presentare una domanda di rateizzazione, dichiarando di trovarti in una comprovata e grave difficoltà legata alla congiuntura economica per ragioni estranee alla tua responsabilità, allegando la certificazione relativa all’ISEE del tuo nucleo familiare, comprensiva del quadro N- Indicatore della situazione reddituale, debitamente valorizzato. L’Agenzia delle Entrate Riscossione spiega inoltre che per le richieste che saranno presentate entro il 31 dicembre 2021, la soglia per ottenere la rateizzazione senza dover documentare la temporanea situazione di difficoltà al pagamento in unica soluzione viene incrementata da 60 mila a 100 mila euro. Grazie alle novità introdotte dal “Decreto Rilancio” (DL n. 34/2020), possono presentare la domanda di rateizzazione per le somme ancora dovute (dilazione del pagamento ai sensi dell’art. Infine, il “Decreto Ristori” (DL n. 137/2020 convertito con modificazioni dalla L. n. 176/2020) ha previsto che anche i contribuenti decaduti dai benefici della “prima Rottamazione” (DL n. 193/2016) e della “Rottamazione-bis” (DL n. 148/2017) per mancato, insufficiente o tardivo versamento delle rate scadute, possano chiedere entro il 31 dicembre 2021 la rateizzazione del pagamento (ai sensi dell’art. Decaduti dalla rottamazione, nuova rateizzazione delle cartelle nel Ristori quater. Modulistica rateizzazione. L’Agenzia delle Entrate permette ai contribuenti che non sono riusciti a pagare le rate della dilazione e quindi sono decaduti dal piano richiesto, di poter aderire ad un nuovo piano di rateizzazione, a condizione che si tratti di una dilazione concessa dal 22 ottobre 2015. Compilazione e invio di dichiarazioni e comunicazioni, versamenti, registrazione contratti di locazione, consultazione dei propri dati fiscali e immobiliari, Civis –assistenza fiscale, ecc. 1 di 2. Concorre a determinare la soglia di 100 mila euro, oltre all’importo per cui si richiede la rateizzazione, anche il debito residuo di piani di dilazione già in corso. Se il modello ISEE non consente di comprovarlo, dovrai allegare la documentazione che attesti, per esempio, la cessazione del rapporto di lavoro di un componente del tuo nucleo familiare oppure la nascita di uno o più figli, ecc. Per i provvedimenti di accoglimento relativi a richieste di rateizzazione presentate a decorrere dal 30 novembre 2020, il pagamento della prima rata del piano di rateizzazione determina l’estinzione delle procedure esecutive precedentemente avviate a condizione che non si sia ancora tenuto l'incanto con esito positivo o non sia stata presentata istanza di assegnazione, ovvero il terzo non abbia reso dichiarazione positiva o non sia stato già emesso provvedimento di assegnazione dei crediti pignorati. Modulistica per la richiesta di rateizzazione R1 - Richiesta o proroga di rateizzazione ordinaria importi fino a 100.000 euro per tutti i soggetti R2 - Richiesta o proroga di rateizzazione ordinaria importi superiori a 100.000 euro per le persone fisiche e le ditte individuali in regime fiscale Qui trovi tutti i moduli a tua disposizione: scarica quello che ti occorre. Per importi fino a 100 mila euro, puoi ottenere la rateizzazione direttamente on-line usufruendo del servizio “Rateizza adesso” presente nell’area riservata. 13, comma 1, D.L. Se la richiesta è accolta, accedi e al piano ordinario che ti consente di pagare il debito fino a un massimo di 72 rate (6 anni). Relativamente ai piani di rateizzazione in essere al 31 dicembre 2020 o richiesti entro il 31 dicembre 2021, il contribuente beneficia del maggior periodo di decadenza (introdotto dal “Decreto Rilancio”, e i cui effetti sono stati prorogati dal “Decreto Agosto” dal "Decreto Legge n. 125/2020" e, in ultimo, dal “Decreto Ristori”), stabilito nel mancato pagamento di dieci rate, anche non consecutive, invece delle cinque ordinariamente previste. In questo caso, accedi automaticamente al piano ordinario che ti consente di pagare il debito fino a un massimo di 72 rate (6 anni). Le somme richieste con le comunicazioni di irregolarità possono essere rateizzate con le seguenti modalità: La prima rata va versata entro 30 giorni dal ricevimento della comunicazione. Sappiamo bene che quando si riceve una cartella esattoriale dall'Agenzia delle Entrate-Riscossione, e si vuole pagare il debito a rate, è possibile farlo in modo semplice e veloce inviando la richiesta con raccomandata oppure presentandola allo sportello competente per territorio (indicato in cartella) o anche online, per importi fino a 60 mila euro. SKY Tg24- 5-12-2020. Se hai ricevuto una cartella di pagamento e vuoi rateizzare il tuo debito, puoi farlo in modo semplice e veloce. Condizione che si verifica quando l’importo della rata è superiore al 20% del reddito mensile del tuo nucleo familiare, risultante dall’Indicatore della situazione reddituale (ISR) riportato nel modello ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente). Per debiti superiori a 100 mila euro puoi richiedere la rateizzazione presentando una domanda (tramite gli specifici indirizzi pec riportati nel modello di rateizzazione) e allegando la certificazione relativa all’Indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) del tuo nucleo familiare per attestare la temporanea situazione di obiettiva difficoltà economica. Tuttavia, l’Agenzia delle entrate-Riscossione è tenuta per legge ad andare avanti con le procedure di riscossione finché l’ente creditore non le trasmette il provvedimento di annullamento del debito. Sul sito dell’Agenzia è presente un’applicazione (sezione Tutti i Servizi – Pagamenti) che consente di calcolare gli importi delle rate e dei relativi interessi, nonché di stampare i modelli F24. Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie. n. 82/2005), Agenzia delle entrate-Riscossione ha adottato il nuovo Modulo di pagamento pagoPA che innova e agevola le modalità di pagamento verso le pubbliche amministrazioni e i gestori di … Rateizzazione cartelle imprese e cittadini, piano ordinario fino a 72 rate. Innanzitutto, è necessario dimostrare di non poter pagare il debito secondo i criteri previsti per un piano ordinario. 7-quater). Le rate successive scadono l’ultimo giorno di ciascun trimestre. Il tasso di interesse per la rateizzazione del pagamento dei debiti di natura erariale è pari a al 4,5% annuo (art.21, comma 1, DPR n. 602/1973), per quelli di natura previdenziale e assistenziale è pari al 6% annuo (art. Sull’importo delle rate successive sono dovuti gli interessi al tasso del 3,5% annuo, calcolati dal primo giorno del secondo mese successivo a quello di elaborazione della comunicazione (la data di elaborazione è riportata sulla comunicazione stessa) fino al giorno di pagamento della rata. Agenzia delle Entrate - risoluzione n. 71 del 1° agosto 2019 Proroga dei versamenti – nuovi criteri di rateizzazione Uno dei punti più controversi e meno chiaro della risoluzione è il seguente: “Qualora, invece, entro il termine del 30 settembre 2019, si effettuino più 19 DPR 602/1973) anche i soggetti per i quali si è determinata l’inefficacia della Definizione agevolata (“Rottamazione-ter”, “Saldo e stralcio” e “Definizione agevolata delle risorse UE”), per mancato, insufficiente o tardivo versamento delle somme in scadenza nel 2019. Rateazione cartella Agenzia Entrate Riscossione 2020 come richiedere la dilazione debiti fino e oltre 60 mila euro in 72 o 120 rate, moduli istanza. Puoi scegliere tra rate costanti o rate crescenti. Tutte le info su: Estinzione Anticipata Rateizzazione Agenzia Entrate. Se non riesci a pagare le cartelle in un'unica soluzione, puoi chiedere all’Agenzia delle entrate-Riscossione di rateizzare il tuo debito. Tutti i dettagli e le regole per fare domanda sono contenuti sul sito dell’Agenzia delle Entrate Riscossione. Per coloro che hanno un piano di rateizzazione in corso, con rate che scadono nel periodo di sospensione (dall’8 marzo al 31 dicembre 2020), le rate devono essere versate comunque il 31 gennaio 2021. Articolo originale pubblicato su Informazione Fiscale qui: Decaduti dalla rottamazione, nuova rateizzazione delle cartelle nel Ristori quater. A seconda che la proroga richiesta sia ordinaria o straordinaria, la rate possono essere, rispettivamente, costanti/crescenti oppure solo costanti, Società/Ditte individuali in liquidazione. Via Giuseppe Grezar, 14 - 00142 Roma, Informativa sul trattamento dei dati personali, Enti che rateizzano in proprio e tributi non rateizzabili. La proroga, richiedibile una sola volta, può essere ordinaria, fino a un massimo di ulteriori 72 rate (6 anni) o straordinaria, fino a un massimo di 120 rate (10 anni). Codice Fiscale e Partita Iva: 06363391001. sogei.agenzia.header.languages.available : Prevenzione della corruzione e trasparenza, Informativa sul trattamento dei dati personali, Prenota un appuntamento e recapiti uffici. Rinvio rottamazione e novità rateizzazioni, le nuove FAQ dell'Agenzia delle Entrate. Agenzia delle Entrate - via Giorgione n. 106, 00147 Roma Codice Fiscale e Partita Iva: 06363391001 Agenzia delle Entrate - via Giorgione n. 106, 00147 Roma Codice Fiscale e Partita Iva: 06363391001 Innanzitutto, è necessario dimostrare di non poter pagare il debito secondo i criteri previsti per un piano ordinario. Agenzia delle Entrate - via Giorgione n. 106, 00147 Roma Codice Fiscale e Partita Iva: 06363391001 n. 402/1981, convertito dalla L. n. 537/1981, e … Per approfondimenti vai alla sezione sulla Definizione agevolata. Gli articoli sono stati selezionati e … Se invece ti rivolgi direttamente all'Agenzia, le procedure sono immediatamente sospese in attesa che il comune corregga l’errore. 2 di 2. In caso di società/ditte individuali in liquidazione dovrà essere sempre prodotta (oltre all’eventuale documentazione necessaria per importi da rateizzare superiori a 100 mila euro) una relazione sottoscritta da un professionista (i cui requisiti sono individuati dagli articoli 161 e 67, comma 3, lettera d della Legge Fallimentare), nella quale dovranno essere indicati: Il provvedimento di dilazione, indipendentemente dall’importo richiesto in rateizzazione, non potrà avere durata maggiore di 24 mesi, salvo che la relazione attesti che la complessità delle attività di liquidazione dell’attivo patrimoniale richieda un arco temporale maggiore.