Su quale delle due, invece, sia la più bella, il giudizio resta sospeso anche se indubbiamente Amalfi ha dalla sua una storia gloriosa. Parti con noi alla scoperta di questo territorio meraviglioso, riconosciuto patrimonio mondiale dell'Unesco. Fin da bambina ho sempre saputo che il mondo dei viaggi avrebbe fatto parte della mia vita. Se siete alla ricerca di un po’ di pace e tranquillità recatevi a Praiano. Sulla penisola sorrentina, appoggiata ai monti, si affaccia sul mare e sulla famosa isola di Capri. Per un’esperienza poetica lontana dal turismo di massa, vi consigliamo di ammirare l’alba da Praiano. Splendidi panorami dalla costa da Praiano a Capri rendono questa escursione la più bella della zona. La leggenda vuole che a fondarla fu … Il primo giorno lo potreste dedicare a Vietri sul mare, prima città della Costiera Amalfitana venendo … – Il Museo dell’Arsenale. Fai della tua passione il tuo lavoro e non lavorerai un giorno della tua vita! Con la sua spiaggia di sabbia fine, il suo bellissimo lungomare e i suoi caffè, è una sosta perfetta per chi vuole godersi la Costiera Amalfitana in tutta tranquillità. Il primo posto da visitare sulla Costiera Amalfitana non può che essere la stessa Amalfi, antica repubblica marinara e centro incantevole. A luglio e agosto, infatti, la Costiera amalfitana registra il tutto esaurito. Andate a Minori, questo piccolo villaggio ospita una villa romana molto interessante decorata da mosaici in ceramica. Il sentiero si snoda per 7,5 km da Agerola a Nocelle, è un percorso nella natura sospeso tra montagna e mare. Cosa vedere in Costiera Amalfitana La prima tappa di questo mio breve viaggio sulle strade della Costiera Amalfitana, è stata la località di Scala , di fronte al borgo di Ravello. I migliori quartieri in cui alloggiare, Visita Palazzo Vecchio a Firenze: biglietti, tariffe, orari di apertura. Conosciuto per le incredibili viste panoramiche e per essere l’itinerario escursionistico più bello del Mediterraneo, il Sentiero degli Dei è una delle attività da fare assolutamente in Costiera Amalfitana. Non lontano da Minori, anche Erchie merita una visita, soprattutto per la sua bella spiaggia poco frequentata. Menzione particolare per le chiese, in numero assai elevato considerata l’esiguità del territorio. Gli imponenti progetti di trasformazione urbana realizzati negli ultimi anni ne hanno cambiato decisamente in meglio il volto, con benefici a cascata su commercio e ristorazione. Amalfi e il “tributo d’amore” di Ercole. Conca dei Marini. Visitare la Costiera Amalfitana è il desiderio di tantissimi viaggiatori. Tutta la penisola sorrentina, infatti, per secoli ha vantato un’eccellente industria cartaria che sfruttava l’ampia disponibilità di ruscelli e torrenti provenienti dai Monti Lattari. Se vi piace passeggiare per le stradine, le piccole scalinate, i passaggi a volta e le piazze, dovreste godervi il villaggio. Vietri è l’ultima tappa di un tour alla scoperta della Costiera amalfitana. Cosa vedere ancora in Costiera Amalfitana? Buona lettura! Cosa vedere ad Amalfi? Come si dice? Il fiordo, oggi noto come Marina di Furore, rappresenta la parte turistica del paese. A riguardo, per chi non volesse esplorare i sentieri di Furore in salita, consigliamo di raggiungere il comune di Agerola (da cui parte anche il più famoso “Sentiero degli Dei”) e da lì ridiscendere fino al fiordo di Furore. A meno di dieci chilometri da Positano, Praiano è la soluzione ideale per chi da una vacanza in Costiera amalfitana desidera soprattutto relax e tranquillità. Il modo più bello e completo per visitarla? Di seguito vediamo insieme le principali attrazioni della Costiera amalfitana, sotto tutela UNESCO dal 1997. Le case e le chiese di questo piccolo comune sono sparse qua e là assecondando, nella maggior parte dei casi, l’andamento del terreno. Da vedere, inoltre, le chiese (Collegiata di Santa Maria a Mare, San Francesco, Santa Maria de’ Olearia, Madonna dell’Avvocata) e i vicini borghi di Erchie e Cetara. Una delle cittadine più gettonate della Costiera Amalfitana è Positano, una destinazione turistica molto famosa con spiagge di ciottoli e stradine strette e scoscese ricche di negozi e caffè. Proseguendo nella lettura troverai un itinerario per visitare la Costiera Amalfitana in 3 giorni. È difficile scegliere tra le spiagge della Costiera Amalfitana, ognuna ha il suo fascino. Se avete la fortuna di passare di qui in un giorno di spettacolo, non perdetevi questo momento senza tempo sopra il mare. Se voi avete intenzione di partire per un weekend è comunque fattibile, vi consigliamo un itinerario da seguire per tre giorni fra queste splendide località da sogno. Il borgo vero e proprio, invece, si trova a 600 metri sul livello del mare ed è raggiungibile tramite alcuni ripidi sentieri che dalla costa risalgono verso l’interno. Nel cuore del paese, da non perdere la chiesa di Santa Maria Assunta: la sua cupola in maiolica è sontuosa e le tegole gialle, verdi e blu brillano ai raggi del sole. 4. Paesini arroccati su scogliere a picco sul mare e tortuose stradine che li collegano … Anzi, il fatto di avere la spiaggia più lunga di tutta la Costiera amalfitana (ca. Ecco alcuni suggerimenti per apprezzarne ogni aspetto. In primavera e in autunno, invece, Positano mostra il volto migliore di sé. Strade strette e tortuose a picco sul mare, traffico intenso e manovre difficili per chi è poco pratico, parcheggi limitati per auto e moto - perlopiù carissimi - e rischio trappole per turisti dietro l’angolo. Prima di immergervi nella folla e nel vociare di turisti che invadono Amalfi, Positano e Sorrento, fermatevi qui per respirare un … Come ti dicevo le cose da fare in Costiera Amalfitana sono tante e per tutti i gusti dal mare, ai paesaggi da cartolina ai trekking. Villa Cimbrone è un’altra rinomata residenza a Ravello. Consulta gli orari e prenota Traghetti e Aliscafi per Positano, Amalfi, Minori, Maiori e Cetara dai seguenti link: Traghetti Costiera Sorrentina ➜ Costiera Amalfitana. Il consiglio vale soprattutto se oltre alla visita delle località della Costiera amalfitana desiderate cimentarvi con alcuni dei sentieri escursionistici cui pure abbiamo accennato nel nostro racconto. Di tutti i paesi che ne fanno parte, abbiamo deciso di visitarne solo alcuni, probabilmente i più conosciuti e soprattutto i più facili da raggiungere. Da non perdere! Se la costiera amalfitana prende il nome proprio da Amalfi un motivo c’è. l. d. m.) che scavalca la località. Ci si diverte a passeggiare per le sue strade pedonali e sedersi su una terrazza del porto per un aperitivo, mentre le barche fanno la spola con Capri. Cosa vedere e cosa fare in Costiera Amalfitana Amalfi. Vi consigliamo di percorrere la strada in scooter, in auto o anche in autobus, per godervi il panorama. Due anche le spiagge: Gavitella e Marina di Priaia. Oppure iscriviti senza commentare. Villaggi arroccati si alternano a piccole foreste verdi. Da vedere! Attraversando la piazzetta all’ingresso del paese, scoprirete Villa Rufolo. La città si trova sul Golfo di Salerno, sotto le scogliere rocciose dominate dal Monte Cerreto (1.315 metri sul livello del mare), si apre sul porto, testimone da secoli di una ricca storia marittima. Questo non significa però che il paese non disponga di frecce al suo arco. Secondo i viaggiatori di Tripadvisor, le migliori attività all'aperto a Costiera Amalfitana sono: Giardini di Villa Cimbrone; Valle delle Ferriere; Passeggiata Ravello-Minori; Ravello - Atrani Walk; Bagni d'Arienzo Beach Club, Positano; Vedi tutte le attività all'aperto a Costiera Amalfitana su Tripadvisor Questa struttura iper-moderna, distante, ma per niente fuori luogo rispetto alla cifra architettonica della località, ospita una parte consistente degli eventi del Ravello Festival richiamato in precedenza. La prima cosa da vedere nella costiera amalfitana, situata a sud di Napoli, la città portuale di Sorrento è una bellissima città marittima. Do il mio consenso affinché un cookie salvi i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento. 1 km) ha favorito notevolmente l’economia turistica. Percorrendo questa strada, infatti, si arriva in prossimità di un ponte (siamo a circa 30 mt. Da non perdere la visita del Duomo di Sant’Andrea (vedi foto), come pure merita un salto il Museo della Carta. Da fare! La prima cosa da vedere nella costiera amalfitana, situata a sud di Napoli, la città portuale di Sorrento è una bellissima città marittima. Cosa vedere sulla Costiera Amalfitana in 4 giorni. Molto meno caotica di Napoli, Salerno rappresenta un’ottima base di appoggio per chi intende visitare in tutta calma la Costiera amalfitana. Quanto alle cose da vedere sono poche ma di straordinaria bellezza. La Costiera Amalfitana, che si estende tra Punta Campanella e Salerno, è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità nel 1997. Cosa vedere sulla costiera amalfitana se non Amalfi? Conca dei Marini è un altro gioiello della Costiera Amalfitana, dimora, fino a poco tempo fa, di molti personaggi noti sulla scena nazionale ed internazionale e custodia della favolosa Grotta dello Smeraldo. Il Sentiero dei Limoni si inerpica su piccole strade e poi si snoda tra gli alberi di limoni. Proprio di fianco al ponte, però, una scalinata conduce fino a questa spettacolare insenatura con uno sparuto gruppo di case di pescatori. Da vedere! La Costiera Amalfitana e la penisola di Sorrento sono uno dei tratti di costa più belli e invidiati d’Italia. La Costiera Amalfitana è un luogo davvero unico al mondo. Un piccolo sentiero fiorito sul pendio della collina conduce a questo piccolo palazzo del XIX secolo. Vicino a Salerno, il paese di Maiori è meno affollato dei suoi vicini, forse perché non è in collina. Oggi posso confermare questa teoria, ora viaggio e aiuto le persone a scoprire con i nostri tour un pezzo di mondo. Alcune belle chiese sono da scoprire, come Santa Maria a Mare, con la sua grande cupola decorata con maioliche. Da fare! Nei periodi di medio/alta stagione il rischio traffico è altissimo. Tra le cose da vedere: – Duomo di Sant’Andrea. Conca era la base principale economica quando Amalfi era una delle Repubbliche Marinare, e favorì un'intensa rete commerciale con le altre città del Mediterraneo. Inevitabilmente, sono questi i mesi in cui si svolgono quasi tutti gli eventi mondani più importanti ma, potendo scegliere, i mesi primaverili (o, in subordine, quelli autunnali) si fanno preferire per vivibilità. Volendo, dopo la visita del museo, è possibile intraprendere un’escursione alla scoperta degli altri mulini dismessi. I suoi vicoli profumano di limoni e la vista sul mare è ovunque. Sulla penisola sorrentina, appoggiata ai monti, si affaccia sul mare e sulla famosa isola di Capri. Altre due località che bisogna vedere sono Pompei e Paestum. La Costiera Amalfitana è meravigliosa e con i suoi 50 chilometri di costa incantevole offre scenari di incomparabile bellezza. Nel cuore della Divina Costiera, una località da non perdere è Maiori: ecco cosa vedere e cosa fare in città, tra storia e natura. Se non visitate i suoi interni, oggi trasformati in un hotel di lusso, sono i giardini che meritano una sosta! Subito dopo Amalfi, Ravello è la destinazione ideale per chi desidera una vacanza in Costiera amalfitana lontano però dal trambusto che da anni caratterizza questi luoghi. Anche qui tappa obbligatoria nei negozietti tipici per portare a casa la famosa colatura di alici e il tonno cetarese. A conferma di quest’antica vocazione, il ritrovamento di una villa romana del I secolo d. C. che oggi rappresenta una delle principali attrazioni del luogo. Da vedere, inoltre, la Chiesa Santa Maria Assunta con la sua cupola svettante in mezzo la città. Se guardate i tavoli dei bar e dei ristoranti, vi accorgerete che la ceramica è davvero una specialità di Positano! Ecco le cose da visitare durante una giornata o un week end ad Amalfi. Nel cuore del paese, è da non perdere la chiesa di Santa Maria Assunta. Amalfi condivide con Positano la palma di località più importante della Costiera amalfitana. Tweet on Twitter Share on Facebook Pinterest. Cosa vedere in Costiera Amalfitana: Cetara Alla fine, come ultima tappa abbiamo scelto Cetara perchè è un piccolo borgo di pescatori dove è possibile fare una rilassante passeggiata sul molo. Il miglior punto di osservazione per ammirare il villaggio è proprio sul fondo, al livello del mare. La manifestazione, com’è intuibile dal nome, punta a valorizzare gli straordinari “giacimenti gastronomici” della Costiera amalfitana, abbinando al cibo, serate di arte, cultura e musica. Minori è da millenni un’affermata località turistica. A meno di dieci chilometri da Positano, Praiano è la soluzione ideale per chi da una vacanza in Costiera amalfitana desidera soprattutto relax e tranquillità. Della grandeur di Amalfi restano numerose tracce: dall’Arsenale, il cantiere dove venivano realizzate le imbarcazioni della flotta (oggi ospita una permanente con la storia della località), alla Regata delle Repubbliche Marinare che ogni 4 anni si svolge nelle acque cittadine con un notevole sforzo organizzativo premiato però dai numeri più che positivi dell’affluenza. Per un soggiorno “mirato” in Costiera Amalfitana, queste sono le tappe che non devono mancare. Insomma, che sia per qualche ora o per un paio di giorni, Positano merita una visita almeno una volta nella vita. Il Museo della Ceramica Vietrese, ospitato a Villa Guariglia nella frazione di Raito (ca. Il tratto di costa più bello d’Italia; secondo molti addirittura il più bello d’Europa. Conca dei Marini in Costiera Amalfitana. Insieme a Pisa, Genova e Venezia è stata una delle Repubbliche Marinare che hanno fatto la storia del Mediterraneo arrivando a contare ben 70.000 abitanti a fronte dei circa 5000 attuali. A fare la differenza, da queste parti, sono la spiaggia, il mare, il sole e la gastronomia. Raggiungere la Costiera via terra non è sempre l’idea migliore. Si prosegue, per i più coraggiosi, fino a Positano (1.700 gradini da scendere). Il paese, poco più di 2000 abitanti, è diviso in due frazioni: Vettica, la parte superiore, e Marina di Praiano, a ridosso del mare. Si assiste, cioè, alla progressiva riscoperta di una parte di territorio per molto tempo ai margini dei flussi turistici. Negli anni, sono sorti diversi alberghi, oltre a tutte le attività tipiche dell’indotto (negozi, ristoranti, boutique). Belle piazze, fontane e chiese barocche contribuiscono all’interesse turistico della città. Parliamo dunque di una località turistica internazionale, affollatissima durante i mesi estivi. Credito fotografico : Persiane – BAHDANOVICH NAFTA. Visitare la Costiera Amalfitana significa perdersi nei suoi piccoli borghi, ognuno più affascinante dell’altro. 3 km da Vietri) è senza dubbio tappa obbligata di una visita in città. Nei giorni di vento, molti appassionati di windsurf ne fanno il loro parco giochi, offrendo un bellissimo spettacolo. È il centro urbano con la maggior densità abitativa della Costiera amalfitana e questo non certo per l’elevato numero di abitanti quanto, piuttosto, per la ridotta estensione territoriale. Diverse le cose da vedere. Case colorate, un vicolo in pendenza che porta direttamente ad una piccola spiaggia, scale ripide, tutte appoggiate ad una collina a picco sul mare: benvenuti a Positano, un incantevole villaggio tra i must di cosa vedere nella Costiera Amalfitana! Cosa vedere sulla Costiera Amalfitana dunque? Questi comuni, insieme a Sorrento, sin dall’Ottocento sono meta di un turismo internazionale, in prevalenza anglosassone. La città è infatti nota per essere diventata la prima repubblica marinara italiana nel X secolo. Il primo (frazione di Maiori) dispone di una delle spiagge più belle della costiera; il secondo (comune a sé), invece, è famoso per la colatura delle alici, uno dei prodotti agroalimentari (presidio Slow Food) più importanti della regione Campania. Il vantaggio sta soprattutto nella maggiore abbordabilità dei prezzi dell’alloggio rispetto a località come Positano, Amalfi, Ravello ecc. Gode di un panorama mozzafiato e tra le sue strade e le sue piazze si respira l’aria rilassata tipica della Costiera Amalfitana. Atrani è un villaggio di appena mille abitanti con una vista mozzafiato. La Divina Costiera regala panorami e sensazioni uniche, in ogni sua parte: non per niente, l’intero litorale è considerato Patrimonio dell’Umanità UNESCO, ma proprio per questo è davvero difficile … Alla Grotta dello Smeraldo si accede tramite un ascensore lungo la SP 163, o in alternativa via mare da Amalfi (idem per chi non vuol fare gli scalini per Marina di Conca). Credito fotografico: Persiane – Alex Tihonovs. Positano, Amalfi, Ravello: sono solo alcuni dei nomi che evocano tutto il fascino di questa terra alle porte di Napoli. Lontano dal trambusto di Amalfi eppure vicinissimo, il paese di Ravello seduce con la sua calma e i suoi giardini bougainvillea, palme e pini. Conca dei Marini in Costiera Amalfitana. Da Bomerano ci vogliono circa 2-3 ore per raggiungere Nocelle, con un bel dislivello tra le due. Negli alvei scavati da questi corsi d’acqua sorsero così dei mulini da carta la cui attività è definitivamente cessata attorno la metà degli anni ’50 del secolo scorso (salvo una limitata produzione artigianale che continua). Parliamo infatti di uno dei comuni più piccoli d’Italia (poco più di 600 abitanti) eppure fierissimo della sua storia. Nonostante sia una piccola città offre una vasta gamma di attrazioni a livello architettonico e paesaggistico. Il paese, poco più di 2000 abitanti, è diviso in due frazioni: Vettica, la parte superiore, e Marina di Praiano, a ridosso del mare. La prima, in particolar modo, ospita una serie di eventi musicali di altissimo livello, specie durante lo svolgimento del Ravello Festival, rassegna musicale che monopolizza quasi per intero il calendario turistico della cittadina (vedi foto). Ancora oggi, la produzione di limoni e l’industria conserviera legata alla trasformazione del pesce sono due voci economicamente importanti. Alcune statue e boschetti completano l’arredamento di questa sublime oasi di pace. Meteo Su Tempo Italia trovate tutte gli aggiornamenti sulla situazione climatica in costiera amalfitana, utile da consultare se state programmando una visita o un trekking … La Costiera Amalfitana è un vero e proprio paradiso naturale che rientra tra i 50 siti italiani dichiarati dall’Unesco, Patrimonio dell’Umanità a partire dal 1997. L’altra è la Basilica minore di Santa Trofimena che, imponente, guarda verso il mare. Credito fotografico: Persiane – Gustavo Frazao. Travel Designer e Booking Agent per Archè Travel specializzata in Medioriente con la passione per l'arte e la storia. Antica repubblica marinara, cittadina ricca di storia e bellezza. Una bellissima perla abbarbicata su di un pendio scosceso che termina la sua discesa nelle limpide acque della costiera amalfitana. Concentrati nel visitare Amalfi e Positano, alloggia in un hotel della costiera amalfitana, magari ad Amalfi perché così sei vicino agli imbarchi, consulta l’orario traghetti per la Costiera amalfitana che ti porta a Positano, godrai di paesaggi meravigliosi dal mare, la perla della moda e paradiso dello shopping, passeggia per i suoi vicoli e vis… Godersi un’atmosfera autentica in un piccolo villaggio di pescatori è uno dei momenti indimenticabili quando si viene a visitare la Costiera Amalfitana. Si tratta di un’insenatura stretta, scavata dal lavoro incessante del torrente Schiato proveniente dai Monti Lattari. Alla fine del percorso, non perdetevi i sublimi panorami di Maiori. Minori, infatti, vanta un’importante tradizione di pastifici artigianali che, insieme ai limoni, al vino e a tutti gli altri prodotti di terra e di mare del territorio allietano il soggiorno dei turisti. Va detto che la città è molto migliorata anche sotto il profilo turistico. Cosa vedere in 4 giorni in Costiera Amalfitana La costiera Amalfitana è il luogo perfetto per assaporare la dolce vita: profumo di limoni, giri in barca, scorci caratteristici, villaggi a strapiombo su un mare da favola e buon cibo.