[61], Denominate anche (Stripeless / senza strisce) (snow white tigers / tigri neve bianca) derivano da un'ulteriore modifica genetica che ha "rimosso" la maggior parte delle strisce che normalmente caratterizzano la tigre bianca, rendendo l'animale di un colore somigliante al bianco puro, ciò però non le rende delle vere albine.[62]. Il capitano Henry Bandesson, che ha viaggiato in Annam (oggi Vietnam) a cavallo del 20 ° secolo, ha raccontato un caso in cui una donna è stata uccisa da una tigre che gli abitanti del villaggio hanno ritenuto portare lo spirito di suo marito poiché questi era stato tradito e ucciso dalla donna. Dopo aver catturato e ucciso, a differenza del leone, tende a spostare la carcassa della sua preda al riparo tra cespugli o nella fitta boscaglia ed eventualmente nasconderla ricoprendola di foglie o altro per tornare successivamente a consumarla[123]. Tutto questo ha contribuito ad accelerare il rischio di scomparsa della specie. Le variazioni cromatiche del mantello portano a riconoscere: Tigre bianca, quando il mantello è bianco con strisce nere e occhi azzurri. [203], Le prime rappresentazioni di tigre, giunte ai giorni nostri, sono i mosaici degli antichi romani ove il felino rappresentava un punto di riferimento durante le festività (Ludi Romani) nelle lotte dei circhi romani.[211]. [211] L'animale è stato inoltre inserito nei dipinti di molti altri artisti come Delacroix, Charles Lapicque, Salvador Dalí[213] e Géricault[214]. Non molto si sa sulle abitudini della tigre allo stato selvatico. Il rinoceronte indiano, ancorché di stazza inferiore all'elefante, vista la sua pelle molto spessa e dura ed il suo temperamento molto aggressivo, è difficilmente predabile dalla tigre ma può capitare anche il contrario: nel Parco Nazionale del Kaziranga, che ospita la più alta popolazione di rinoceronti indiani, le tigri predano soprattutto i cuccioli ma possono abbattere anche gli adulti occasionalmente. In passato, i conflitti tra uomini e tigri non erano diffusi come lo sono diventati in seguito all'espansione demografica dell'uomo moderno per cui la tigre non è sempre stata vista come un animale nocivo o aggressivo. Complice l'oscurità, può percorrere grandi distanze camminando lungo i letti dei ruscelli, i sentieri e anche le strade battute dall'uomo. L'orsa ci riuscì nutrendosi solo di vegetazione per 100 giorni ma la tigre non poteva sfamarsi di erba e fallì. La percentuale di successo durante una battuta di caccia varia fra gli individui e gli habitat, ma è da considerarsi comunque bassa, per esempio: nel Parco Nazionale di Ranthambore, solo il 10% delle cacce hanno esito positivo, mentre nei fitti boschi del Parco nazionale di Kanha, la media scende addirittura al 5%[129]. Lunghezze fino a sedici piedi (4,87 m) e pesi fino a novecento libbre (408 kg) sono stati citati in pubblicazioni rispettabili. [108], I cuccioli vengono allattati dalla madre per il primo mese e oltre di vita, infatti non lascerà toccar loro la carne cacciata per sé stessa fino a che non abbiano compiuto i 40 giorni di vita, con uno svezzamento definitivo intorno ai due mesi.[95]. Indian Tiger. Sanderson et al. In realtà la tigre è dotata di moltissime possibilità di comunicazione, di una grande capacità di osservazione e di una buona conoscenza dei suoi simili. Il peso della tigre è in media di 360 kg, mentre quello del leone è di 220 kg. A differenza del leone o dell'elefante, non si hanno notizie di tigri importate in Europa nei serragli dei nobili per cui il grande felino tornò a sprofondare nel mito. 825-28. La tigre è considerata un predatore notturno, che agisce solitamente dal tramonto all'alba[111]. La tigre occupa più di duecento diversi tipi di habitat[88], che possono svariare dalle foreste pluviali tropicali ai boschi di conifere e betulle nell'oriente russo, attraverso le mangrovie della foresta di Sundarbans. Sono stati adottati diversi metodi per evitare di subire attacchi e proteggere le persone che abitano e lavorano vicino o addirittura all'interno del territorio (areale) delle tigri, uno dei quali è l'indossare una maschera sul retro della testa, metodo che par essere efficace in quanto le tigri hanno l'abitudine di sferrare i loro attacchi alle spalle e questa maschera ingannerebbe la tigre sulla reale posizione della persona[139]. Come accade per altri animali, anche la tigre in cattività, a causa della mancanza di esercizio e di un'alimentazione sregolata, può andare incontro ad episodi di obesità che la portano a raggiungere dimensioni abnormi: è il caso ad esempio di Brutus, tigre siberiana ospite di un santuario che ha toccato il peso record di 1100 libbre (quasi 500 kg). A partire dalla seconda metà del XVIII secolo, la situazione incominciò a cambiare radicalmente. Un classico esempio di utilizzo come soggetto della tigre è il monumentale dipinto di Rubens la Caccia alla tigre, che ha ispirato successivamente molti altri pittori[212] e le opere di Rousseau. A 8 settimane dalla nascita, i cuccioli sono pronti a seguire la madre al di fuori della tana che li proteggeva e dalla quale non erano mai usciti. La progressiva crescita dei figli le consentirà poi spostamenti sempre più lunghi, ma comunque l'impegno di alimentare a sufficienza se stessa e i cuccioli resta sempre molto gravoso per la madre. [153][154][155][156], In Asia, i miti e credenze popolari, che spesso vogliono che parti di animali possano essere utilizzate come cura per malattie, hanno portato la medicina tradizionale a produrre farmaci con ossa di tigre, anche se la loro reale efficacia non sia mai stata provata. Intorno ai 18 mesi, i cuccioli di tigre bianca saranno già capaci di procurarsi il cibo in autonomia. In certi casi le tigri possono specializzarsi nel dare la caccia ad altri predatori, è il caso di Machali, una tigre femmina indiana divenuta famosa per l'abitudine di uccidere e mangiare coccodrilli. [203] Oppure l'usanza di apporre immagini di tigri bianche all'interno delle abitazioni per tener lontani e proteggerle dai topi e dai serpenti.[203]. Roli Books Pvt Limited, India. Try. Climate change linked to Indian tiger attacks, Man-eaters. [19], I più antichi resti fossili di vere e proprie tigri sono datati fra 1,6 e 1,8 milioni di anni fa, trovati a Giava e appartenenti ad una sottospecie, oggi estinta, chiamata tigre di Trinil (P. tigris trinilensis) e visse per circa 1,2 milioni di anni, sempre nel territorio di Giava. Scegliere un nome che ostenta il suo bel camice bianco. In ogni caso, la tigre bianca si caratterizza per una vista e l'udito davvero eccellenti. Per contrastare ed evitare l'estinzione si sono venuti a creare nel tempo vari progetti, Governativi e non (ONG), a salvaguardia e conservazione della specie Panthera tigris. Frederick Warne. Nella sottospecie siberiana, ad esempio, l’arancione di fondo è meno carico e le strisce sono … [54], Queste tigri non sono considerate delle vere albine e sono caratterizzate da strisce nere o marroni e occhi azzurri/blu con il naso color rosa. Diversi autori ne parlano nei loro trattati, ma non è stata ancora provata la trasmissione di questo carattere, cioè non è geneticamente codificato e come tale si ritiene che le tigri di colore blu o nero descritte dagli autori H. R. Caldwell, 1924; J. C. Caldwell, 1954; Pocock, 1929, 1939; Stonor, 1964; in diverse opere, possano essere degli esemplari cromaticamente aberranti. [179], Il WWF (World Wildlife Fund), la più grande organizzazione mondiale per la conservazione della natura, fin dagli anni settanta è attivo per la salvaguardia della tigre,[180] attraverso proprie iniziative o a supporto di altre già esistenti. Quindi, è da considerare come prima causa degli attacchi, l'invasione dell'areale da parte dell'uomo che nel corso degli anni ha sensibilmente ridotto l'habitat naturale della tigre, che unito ai cambiamenti climatici ha sempre più portato la tigre a contatto con l'uomo generando automaticamente, vista l'incompatibilità naturale tra di essi, scontri mortali[137] Dall'inizio del XX secolo, le vittime umane si sono di molto abbassate, nonostante tutto nel 1950, si sono rilevati all'incirca 5.000 decessi l'anno causati da attacchi di tigre[138]. La femmina di tigre, impegnata a portare cibo ai piccoli, li sorveglia durante il pasto e mangia soltanto quando essi sono sazi. Solamente in cattività, le femmine sembrano disposte ad accettare la presenza dei compagni durante il travaglio. Lo scontro si protrasse per tre-quattro ore ma, alla fine, la tigre riuscì ad abbattere anche l'adulto. Nel 2010 alcuni reporter della BBC hanno scoperto, attraverso delle telecamere nascoste, che la tigre del Bengala si può spostare e permanere fino ai 4000 metri di altezza. Per alcune di queste, come la Panthera tigris altaica, questi valori sono stati ridimensionati successivamente (Mazák, 1983; Miquelle (in Thapar, 2004); Matthiessen & Hornocker, 2001; Prynn, 2002). Col nome Felis tigris, è stata una delle molte specie descritte per la prima volta nel XVIII secolo da Linneo nella sua opera Systema Naturae[8]. L’altezza di una tigre può arrivare ad 1 metro ed oltre (altezza della zampa). Altro; Da non confondere con Tigre Bianca (evento). Uno dei casi più celebri di "tigre mangiatrice di uomini" è sicuramente la "Tigre di Champawat", così denominata in quanto occupava il territorio nel distretto della città di Champawat dopo essere stata cacciata dal Nepal. È tradizionalmente considerata come la seconda sottospecie per dimensioni dopo la tigre siberiana, ma spesso esemplari che vivono nel Bengala settentrionale sono più grandi delle tigri siberiane. [127] Più recentemente, nel marzo 2017 è stato documentata un'altra caccia di gruppo: una coppia di tigri e i loro due figli adolescenti hanno abbattuto insieme un rinoceronte maschio adulto.[128]. Il peso della tigre bianca, invece, oscilla dai "180 kg" ai "260 kg" (se maschio) o dai "100 kg" ai "160 kg" (se femmina). Questi ultimi vengono nutriti dalla madre finché non raggiungono il sesto mese di età. La parola tigre deriva dal latino tigris, dal greco antico τίγρις tígris, a sua volta d'origine iranica (zendo tiγris, "saetta"[5] avestico tigrā "dardo"[6]). Infine, è anche un guardiano dei morti e la sua immagine viene dipinta sulle tombe dei defunti. Si tratta di un processo in accelerazione a partire dagli ultimi due secoli. La loro pelliccia tende ad essere molto più spessa del normale rispetto ad altre tigri.[66]. Questo richiede molta forza fisica. Nel 2012, in India è stato filmato un maschio di tigre che faceva visita alla sua compagna e ai suoi cuccioli sub-adulti e sebbene si sia trattata della prima volta che i ranger della riserva li vedessero insieme, il fatto che i cuccioli lo abbiano riconosciuto subito era segno che il loro padre era venuto più volte a fargli visita fin da quando erano piccoli. I più antichi resti di un felino simile alla tigre sono quelli della Panthera palaeosinensis, trovati in Cina e a Giava. Un saggio sulle tigri nere è stato presentato da parte dello zoologo Britannico Dr. Karl Shuker nel suo libro "Mystery Cats of the World". In Indonesia, tuttavia, si parla della Harimau jadian, un particolare tipo di tigre mannara che non è maligna anzi è benevola e protegge le piantagioni e i villaggi. [134] Nella riserva di Dudhwa, sempre in India, si sono verificati invece tre casi di uccisione di rinoceronti adulti da parte di tigri.[135]. Lo dimostrano i disegni dei bestiari medievali che ritraggono la tigre con un manto maculato e mettono in risalto la sua grande velocità, cosa che fa pensare che gli autori si confondessero con i ghepardi che abitavano le stesse regioni in Persia. Nelle arti marziali, principalmente in quelle asiatiche (Arti marziali cinesi e Arti marziali giapponesi), la tigre è presente sotto forma di simbolo, ideologia e stili tecnici. La tigre, invece, è un felino solitario, che attacca per procurarsi il cibo. La tigre cominciò a portarle cibo, denaro, tutto quello di cui aveva bisogno. Di questi, solo il macairodo assomigliava probabilmente alla tigre, avendo, secondo gli esperti, una lunga coda ed un corpo striato. Anche se raramente osservato, alcune tigri sono state viste uccidere con delle zampate. [158] Nonostante questo non si avventurano a "viaggiare" con la madre all'interno del proprio territorio, restando nei pressi della tana pronti a rientrare in caso di pericolo. The Royal Natural History. In totale sono stati registrati 20 casi di uccisioni di rinoceronti da parte di tigri. The Animal Kingdom they can grow to as tall as. L'antenato più antico della tigre è la tigre di Longdan, originaria della Cina e della taglia di un giaguaro. Al pari degli altri felini, la tigre femmina partorisce da sola dopo essersi ritirata in una grotta o in un altro spazio chiuso. La tigre bianca può raggiungere i 3,5 metri di lunghezza e i 280 kg di peso Il leone Il leone è un aggressivo felino molto forte con una mole notevole: 2.5 metri di lunghezza per 250 Kg di peso. Il territorio di ciascun maschio include quello di diverse femmine che diventeranno le sue compagne durante la stagione degli amori e che gli daranno dei figli. In realtà, lo smilodonte, così come gli altri felini del genere ribattezzato più propriamente "felini con i denti a sciabola", non erano gli antenati diretti di alcun felino moderno. La conseguenza è stata una costante distruzione delle foreste, anche mediante grossi incendi. [133] Quando una tigre attacca un elefante, essa sfrutta la sua superiore velocità e agilità per posizionarsi dietro il pachiderma, al riparo della proboscide e delle zanne che potrebbero ucciderla. Devi selezionare il video che desideri segnalare. Le tigri bianche sono conosciute da molto tempo, infatti il primo di questi felini bianchi fu scoperto verso il 1820. La tigre siberiana è un possente animale ed è il felino più grande che esista. Animal Face-Off: Lion vs. Tiger : Video : Animal Planet. Secondo i loro racconti, la tigre diventava bianca una volta sconfitti i mali e i peccati del mondo. Soltanto grazie all'intervento di organizzazioni ed iniziative animaliste fu possibile arrestare il fenomeno del bracconaggio. Ma lo spirito era furioso con l'uomo per aver barato e perciò strappò all'uomo i suoi occhi originali e li rimpiazzò con occhi da capra per impedire all'uomo di vedere ancora lo spirito. Con un grande balzo, la tigre si aggrappa alla zona posteriore dell'elefante e, se l'elefante non riesce a scalciarla in tempo, si arrampica fino alla schiena dove infligge profonde ferite all'animale con i suoi morsi e i suoi artigli. Tutti i tipi di foresta costituiscono un buon habitat per la tigre del Bengala. Le maggiori cause sono da imputarsi al fatto che la tigre è sempre stata vista come una minaccia per l'uomo, considerandola un animale nocivo da perseguitare. In seguito sentirà il bisogno di dissetarsi. Essendo pressoché solitario, la tigre bianca non adora il confronto con gli animali della propria specie, quindi caccia di solito durante le ore notturne. Acciuga Fran Ariel Felice Clavdia Catrina Coccinella Pawline Catarina Yulip Pawla Cybil Margherita Zara Medusa Tiger Bianco Nomi. [148] La caccia alla tigre era diventata una vera e propria attività popolare tra i colonizzatori britannici dell'Asia, i Maharaja e gli aristocratici statunitensi. Ormai le tigri hanno perso il 93% del loro areale. Attualmente ci sono attacchi che causano all'incirca cinquanta vittime ogni anno[139]. La deforestazione oltre all'aver limitato lo spazio fisico a disposizione della tigre, ha comportato uno squilibrio nella biodiversità delle aree, dando il via ad una drastica diminuzione delle prede e ad un elevato rischio di contatto con l'uomo, che trasformando quello che era foresta in campi agricoli e il relativo avanzamento delle aree urbanizzate era definitivamente entrato nella nicchia ecologica della tigre e di altre specie di animali. [148], Le tecniche di caccia erano numerose, da quella a piedi con l'utilizzo di esche, quella con branchi di cani, quella a cavallo o con cammelli, oppure utilizzando tecniche come appiccando piccoli incendi per dirigere le tigri in determinate zone o quella di provocare la cecità all'animale attraverso apposite miscele diluite nell'acqua ove erano solite abbeverarsi, anche se la metodologia più diffusa era quella della caccia con gli elefanti. In molte zone dell'Asia, è diffusa la leggenda, meno benevola, della tigre mannara, di uomini e stregoni malvagi che ricorrono ai loro poteri per trasformarsi in tigri e seminare il terrore. È stato confermato, da diverse analisi genetiche condotte da esperti, che questo gene è unico della tigre del Bengala e che gli esemplari di tigri siberiane bianche sono in realtà incroci di tigri siberiane e del Bengala. In un territorio privo di alberi il suo sgargiante mantello si staglierebbe in modo troppo evidente, mettendo sull'avviso gli altri animali; esso si confonde invece molto bene con l'ambiente nel folto della giungla o nel sottobosco in prossimità di pozze d'acqua. Tre di queste si sono estinte nel XX secolo, la tigre del Caspio, la tigre di Giava e la tigre di Bali, e purtroppo un'altra sottospecie rischia di entrare in questa lista, la tigre della Cina meridionale. La tigre si qualifica anche per il colore del mantello striato. Nell'India Centrale, i Baigas, o il Clan della Tigre, considerano se stessi i discendenti del grande felino. Nel tardo XIX secolo, alcuni cacciatori iniziarono a preoccuparsi del numero di esemplari di tigre; un esempio fu quando il capitano delle guardie del Bengala riferì, nel 1882, che in due settimane di caccia alle tigri riuscirono a trovare e uccidere solo due o tre esemplari rispetto alle decine che si trovavano in precedenza nello stesso lasso di tempo. Gli ultimi dati risalenti al 1993 hanno comunque dato ulteriore segno di riduzione della presenza della tigre bianca sul territorio. [144] Nel 2006 una stima mondiale ha portato in evidenza che gli esemplari in natura si aggirerebbero tra i 3.402 e i 5.140,[145] mentre gli ultimi rilevamenti pongono il numero intorno ai 3.200 esemplari. Le tigri del Bengala sono state osservate imitare il richiamo amoroso dei cervi per attrarli a sé mentre le tigri siberiane fanno lo stesso per gli orsi. Gaur e bufali d'acqua pesanti oltre una tonnellata sono stati abbattuti con questo metodo da tigri pesanti un sesto di loro.[122]. Lydekker, Richard (1893). Più raramente cacciano animali più piccoli come scimmie, conigli, lepri o pavoni. La sua figura è quasi onnipresente nell'arte del Sol Levante sebbene la tigre giapponese, al pari del leone cinese, sia famosa per non assomigliare molto all'animale reale. Walker's Mammals of the World. Altra tecnica utilizzabile nel momento di attacco è la sua capacità di saltare in orizzontale per una lunghezza massima pari a 10 metri. Vinc. [96] Come tutti i felini, le tigri si accoppiano più volte in una sola giornata. La caccia indiscriminata alla tigre da parte dell'uomo, dovuta in particolar modo al bracconaggio per il commercio delle pelli, alle credenze della medicina tradizionale cinese e alla paura che l'animale incute per la fama di "mangiatrice di uomini", il tutto aggravato dalla costante riduzione del suo habitat naturale[143], hanno portato ad una diminuzione drastica del numero di esemplari in natura. Questo particolare viene causato da una mutazione genetica recessiva che inibisce la pigmentazione gialla del mantello. Le prede variano a seconda delle zone in cui vivono ma preferiscono cacciare ungulati che pesino almeno 90 kg. Sono state trovate tracce di fossili anche in Giappone e sulle isole del Borneo.[19]. The Deer and the Tiger: A Study of Wildlife in India. Attualmente, con il supporto di IUCN[164] e della Banca Mondiale[165], molte delle iniziative collaborano attraverso un programma denominato Global Tiger Initiative (GTI)[166][167]. Ama cacciare soprattutto la notte, periodo in cui le sue prede preferite (gli ungulati) sono più attive, anche se non esistono delle regole precise in merito. Negli ultimi anni sono... La natura è meravigliosa e ci ha regalato tantissimi esseri viventi che, quale più quale meno, ci regalano emozioni forti mentre corrono, volano o giocano con i propri simili. L'accoppiamento fra tigri può verificarsi in un qualsiasi periodo dell'anno, ma generalmente è più comune che avvenga tra il mese di novembre e il mese di aprile. Baltimora: Johns Hopkins University Press. [1] Vi sono tuttavia delle varianti al colore del mantello, principalmente nella sottospecie nominale Panthera tigris tigris (tigre indiana "del Bengala"), la più comune tra queste è quella con strisce nere su sfondo bianco. Inoltre, tali episodi avevano avuto l'ovvia conseguenza di innescare nella tigre una rabbia vendicativa nei confronti degli uomini. In casi eccezionali, però - come è già stato rilevato - si sono visti due esemplari cooperare all'abbattimento di una preda molto grande. Si dice che abbiano una pelliccia blu scuro a righe grigie. [178], La speranza e obbiettivo del progetto è che dall'anno 2010 (anno cinese della tigre), i primi esemplari di tigre nati e cresciuti all'interno della riserva sudafricana, possano essere rimessi in libertà. [56], In natura, la possibilità che una tigre del Bengala nasca bianca è molto rara, in quanto perché ciò accada entrambi gli esemplari che si accoppiano, dovrebbero possedere il raro gene che inibisce la pigmentazione. Un esperimento condotto da scienziati ha dimostrato che anche una tigre femmina può esercitare una potenza superiore a 10.000 libbre d'impatto con una zampata. Benché l'orso bruno siberiano sia più grosso e pericoloso, la tigre preferisce cacciare proprio questi perché l'orso nero asiatico è un ottimo arrampicatore e sale spesso sugli alberi per sfuggire ai predatori. Le stime del 1972 contavano che, in India, le tigri bianche presenti sul territorio non superassero numericamente le 2000 unità. Come il leone, anche la tigre è sempre stata un soggetto molto diffuso in tutte le forme di arte figurativa, nella pittura, nella scultura, in architettura, in letteratura, nella musica e nei Film. [202], L'importanza di questo animale per il popolo cinese, la si nota anche nel fatto che esso viene considerato il "Re degli animali", mentre nella cultura occidentale è solitamente il leone ad avere quel "titolo". Essendo un'amante dell'acqua, essa risulta una perfetta nuotatrice. Queste caratteristiche, che contraddistinguono un animale sociale, lasciano ritenere gli scienziati che tali qualità avrebbero consentito alla tigre di sviluppare abitudini spiccatamente gregarie se il suo habitat fosse stato favorevole a ciò. La tigre è un mammifero appartenente alla famiglia dei felidi, ed è il più enorme dei cosiddetti "grandi felini". Gli esemplari della sottospecie siberiana si spostano, invece, lungo il bacino dell'Amur preferendo le foreste montane non abitate dall'uomo. Queste battute di caccia all'interno di un ambiente come l'acqua, inusuale per la tigre, hanno fatto riscontrare risultati straordinari con ben il 20% delle battute di caccia che terminava con la cattura e l'uccisione della preda. Anche i coccodrilli palustri e specialmente i coccodrilli marini adulti possono rappresentare una minaccia per le tigri, i primi sono molto pericolosi soprattutto per i cuccioli, mentre i secondi possono essere una seria minaccia persino per le tigri adulte, in particolare se queste ultime si trovano in acqua. Venne eretta una palizzata alta 3 metri intorno al bestiame; la tigre la scavalcò, uccise un vitello di 60 kg e saltò di nuovo fuori, tenendo in bocca l'animale. Gli artisti, infatti, non avendo mai visto una tigre vera ma basandosi inizialmente solo sui racconti dei cinesi e dei coreani loro vicini la dipingevano immaginandola come un enorme gatto quindi non attribuendole quei tratti e quei caratteri unici della specie. Caishen, il dio della ricchezza, è detto avere per destriero una tigre nera dalle strisce d'oro.