Dopo un attimo di esitazione, dal pubblico si levano proteste, tra cui quella di un uomo che urla a tutta forza “”Buuh!”, “Che schifo!”, “Vattene!”.Â, Poche ore dopo la serata di Lohfelden, il video di questa sola parte dell’intervento di Lübcke, un frammento della durata di 1 minuto e 6 secondi, viene pubblicato su YouTube. Il processo contro la NSU si svolge al centro dell’attenzione mediatica. La differenza nel calcolo delle vittime è determinata dell’effettiva catalogazione di un omicidio come principalmente motivato dalla discriminazione (razziale, sessuale, sociale) e da criminalità politica di estrema destra. La distruzione degli atti in questione è stata definita accidentale da parte dei servizi, ma la circostanza ha causato enorme tensione ed è stata infine la causa principale delle dimissioni di alcuni quadri dell’intelligence nazionale e locale, incluso l’allora Presidente nazionale del BfV, Heinz Fromm, che ha lasciato la sua carica nel luglio 2012. INGHILTERRA: Complice il problema centralizzante degli hooligans, ovvero i tristemente celebri gruppi di tifosi facinorosi che misero a ferro e fuoco gli stadi inglesi fino a metà anni Ottanta, la politica non sì è mai troppo infiltrata dentro le curve del Regno Unito, per quanto ci siano delle eccezioni. Già nel 2006 alcuni familiari degli uccisi protestano per chiedere un impegno contro una scia di sangue sempre più evidente, ma la matrice politica degli assassinii non viene presa ufficialmente in esame e anche i media continuano per anni a chiamare gli omicidi Döner-Morde (omicidi del döner kebab), suggerendo implicitamente che si tratti di questioni interne alle comunità turca. Durante gli anni ‘80 ci fu un’ulteriore accelerazione della violenza. Per l'Europa avanti a destra. Come si è però anche più volte visto analizzando l’estremismo e il terrorismo islamista, le azioni dei cosiddetti lupi solitari hanno ugualmente una geometria più o meno fitta di contatti, facilitatori, taciti sostenitori, potenziali aiutanti e, soprattutto, un ecosistema ideologico di cui l’atto terroristico è solo fase conclusiva. Sul versante dell’estrema sinistra si possono trovare i tifosi del St. Pauli (che vantano un gemellaggio di lunghissimo corso con il Livorno), mentre su posizioni più destrorse (escludendo quelle già citate risalenti alla Germania Est) si trovano quelle di Amburgo (molto moderata e tipicamente popolare) e Arminia Bielefeld. Difatti si può notare come vengano considerate roccaforti biancocelesti i quartieri “. Spostandoci sulla sponda opposta non si può non citare la tifoseria del Livorno, ma anche qui trovare la ragione dell’orientamento politico della curva amaranto è piuttosto semplice: Livorno è la città in cui nacque e mise radici il Partito Comunista, cosa che ha permesso all’intera città (tifosi compresi) di fidelizzarsi particolarmente su posizioni vicine a quelle dell’estrema sinistra. Al tempo stesso la politica democratica deve dare forza al lavoro della polizia!”.Â, Il rapporto tra estremismo di destra e alcune parti degli apparati di sicurezza è presente in quasi tutte le democrazie occidentali. Un partito come i Grünen (i Verdi), che gode nel paese di un sostegno ampio e crescente, punta oggi al superamento del classico dibattito sull’identità tedesca, in nome di un patriottismo costituzionale e in funzione di un pluralismo multiculturale incentrato su prospettive di internazionalismo liberal-ambientalista. : La politicizzazione delle tifoserie italiane ha origine nei due partiti più “estremi” del panorama politico nostrano: il Partito Nazionale Fascista (tifoserie di Lazio ed Hellas Verona) e il Partito Comunista (A.C. Livorno, Sampdoria e, anche se in chiave molto più lieve, Fiorentina e Bologna). Aspetti come la mediazione, l’accordo fra le parti e le grandi coalizioni, che sono la base di ogni democrazia che Lijphart avrebbe definito consensuale, sono oggi viste da molti come pratiche abbiette, sintomatiche di una corruzione sistematica che mira soltanto all’eterna autoconservazione. Quando la polizia e le autorità intuiscono un collegamento fra i vari omicidi, lo fanno seguendo piste completamente sbagliate: regolamenti di conti legati alla mafia turca, traffico di droga, racket o faide familiari. Una ferita che il terrorismo neonazista non vuole solo portare nella società, ma anche (se non soprattutto) all’interno della concretezza delle stesse istituzioni e del monopolio della forza statale. Neonazismo ed eversione Altre due persone sono al momento indagate con lui, ma solo in merito alla fornitura e alla vendita della pistola che ha ucciso Walter Lübcke. Non c’è più alcun dubbio: l’omicidio di Walter Lübcke è stato un atto di terrorismo di estrema destra.Â, Narrazione anti-immigrazione e violenza Enzo Mari: 88 anni di attività artistica e politica, Terre selvagge. 29enne e I.T. Per decenni, infatti, la complessa e calibrata identità nazionale della Bundesrepublik liberal-democratica è stata garantita, sostenuta e tutelata dalla compattezza e dalla coerenza strategica dell’ordine atlantico. Una dichiarazione non casuale, che da un lato apre specifiche questioni nel campo della libertà di espressione, ma che dall’altro si riconnette chiaramente con il principio tedesco della streitbare Demokratie (“democrazia combattiva”), un paradigma costituzionale secondo cui la difesa dell’ordine liberal-democratico tedesco vada sempre perseguita attivamente, anche limitando sostanzialmente la libertà di espressione di forze anti-democratiche. La bomba all’Oktoberfest nel 1980 a Monaco causò 12 morti e 213 feriti, mentre in quegli anni iniziarono a comparire anche i più chiari episodi di terrorismo razzista, come quando nel 1982 il neonazista Helmut Oxner sparò sulla folla di Norimberga e, una volta confrontato dalla polizia, esclamò: “Niente paura, sparo solo ai turchi!”. Questo nonostante le autorità tedesche e altre ricerche indipendenti abbiano stimato che la NSU avesse un network complessivo di cento o addirittura duecento persone (con vari gradi di coinvolgimento). Il 25 giugno 2019, Stephan Ernst confessa l’omicidio di Walter Lübcke. Arma degli attacchi è sempre la stessa pistola, una Česká CZ 83 calibro 7,65 mm Browning. Essendo la squadra rappresentativa della “borghesia parigina” (il quartiere Saint-Germain-Dés-Pres è uno dei più ricchi della capitale francese), la squadra ha attirato fin da subito le simpatie degli ambienti più conservatori della destra francese. Il monitoraggio di Ernst da parte delle forze di sicurezza, però, è avvenuto solo fino al 2009, anno in cui Ernst d’un tratto non è stato più considerato pericoloso. Scommessa del terrorismo e dell’estremismo di destra è che questa polarizzazione non possa più essere risolta dal confronto politico e nemmeno superata da nuove prospettive, trasformandosi di conseguenza in una spaccatura così profonda da diventare infine ferita sanguinante. Il processo contro la NSU si svolge al centro dell’attenzione mediatica. Il primo esempio che si può notare è quello del Real Madrid: la squadra capitolina, fortemente sostenuta dal “generalissimo”, ha tra le sue file una tifoseria di estrema destra. Su posizione assai simili si può trovare anche la tifoseria dell’Hellas Verona, la cui derivazione politica rappresenta solo l’estremo di quella che è la posizione stessa della città e che, dal 1951 in poi, ha visto un solo sindaco appartenente al centro-sinistra, non a caso viene considerata una roccaforte della Lega Nord. La NSU si forma nel 1998, seguendo proprio il modello della Führerloser Widerstand e sotto l’influenza di testi del neonazismo anglosassone come The Turner Diaries (vera e propria bibbia del suprematismo bianco americano e delle sue più estreme strategie genocide). Sono però emersi anche gravi errori, omissioni e ambiguità più concrete e molti hanno definito il caso NSU come il più clamoroso fallimento dei servizi di sicurezza tedeschi fin dalla loro creazione. È proprio nella Bundesliga degli stadi sempre pieni (tasso di riempimento superiore al 95%, in Italia è al 45%), delle curve colorate e a prezzi popolari (12 euro, dopo una lunga battaglia contro l’aumento) che è nata la prima organizzazione per riunire gruppi di tifoserie rivali sotto il credo comune di … Se la situazione italiana risulta piuttosto complessa e frammentata, non è nulla al confronto di quella spagnola. Il contenuto viene poi immediatamente condiviso su diversi canali e profili social della destra più o meno radicale. GERMANIA. , ovvero la conquista della curva tramite cariche e strategie paramilitari. È la libertà di ogni tedesco”. Alcune delle mancanze più determinanti sono state imputate all’intelligence dello stato della Turingia, regione originaria del gruppo NSU. Quando si parla però di neonazismo strutturato e immediatamente riconoscibile nella sua dimensione terroristica, la storia della NSU-Nationalsozialistischer Untergrund è il fantasma che ritorna in continuazione nella storia recente della Bundesrepublik. SPAGNA: Se la situazione italiana risulta piuttosto complessa e frammentata, non è nulla al confronto di quella spagnola. Secondo diverse ricerche indipendenti, per esempio da parte del quotidiano Die Zeit o di varie associazioni anti-naziste e antirazziste, le vittime dell’estremismo di destra negli ultimi ventinove anni sarebbero state anche più del doppio.Â. Nel 2018 il Ministero degli Interni tedesco ha presentato uno specifico report: solo a partire dalla Riunificazione tedesca del 1990, le vittime del terrorismo neonazista e di quella che viene chiamata “criminalità motivata politicamente – settore estrema destra” sono state 83. Cosi su 328 gruppi attivi analizzati dall’Osservatorio, è emerso che 151 sono orientati politicamente: 40 di estrema destra, 45 di destra, 33 di sinistra e 21 di sinistra radicale. Dopo un attimo di esitazione, dal pubblico si levano proteste, tra cui quella di un uomo che urla a tutta forza “”Buuh!”, “Che schifo!”, “Vattene!”.Â, Nell’acceso dibattito politico che segue la conferma della natura terroristica dell’omicidio di Walter Lübcke, sul banco degli imputati finiscono velocemente le forze anti-immigrazione, a partire dalla destra identitaria Alternative für Deutschland (AfD), accusata di aver letteralmente e consapevolmente sdoganato la violenza verbale contro fautori e sostenitori della, . La polizia locale, però, riesce a individuarli. Il numero delle vittime del neonazismo in Germania è impressionante. Ma oggi che le relazioni tra Berlino e Washington sono sempre più difficili e le veloci mutazioni internazionali stanno riportando a galla uno scenario conflittuale di identitarismi nazionali su uno scacchiere multipolare, la politica tedesca si trova di fronte a quegli interrogativi identitari che per decenni ha potuto procrastinare o ha sperato di non doversi mai più porre. Una galassia che, come si è visto, poggia la propria cultura estremista su una storia lunga e fitta di violenze e in cui le vicende della NSU hanno assunto nel tempo un ruolo simbolico specifico (come dimostrano anche i macabri richiami alla NSU in alcune canzoni di gruppi nazi-rock tedeschi). SPAGNA: Il più importante club con una tifoseria di estrema destra è il Real Madrid. Secondo la fondazione Amadeu Antonio, così chiamata in memoria di un uomo di origine angolana assassinato da un gruppo di neonazisti nel 1990, le vittime dell’estremismo di destra in Germania dal 1990 a oggi sarebbero addirittura 196. B. Brigate Autonome Livornesi; D. Da tempo il BfV-Bundesamt für Verfassungsschutz (l’Ufficio per la protezione della Costituzione, vale a dire l’intelligence interna tedesca) persegue una strategia di monitoraggio del neonazismo che conta su una fitta rete di informatori nei gruppi neonazisti e giunge anche ad operazioni di massiccia infiltrazione strutturale degli stessi gruppi al fine di circoscriverli e controllarli.Â, Nel caso della NSU l’intera strategia non ha però raggiunto alcun risultato. Diversi media riportano che Ernst avrebbe dichiarato alla polizia di aver ucciso Lübcke per le posizioni sull’immigrazione del politico CDU, e che il suo odio sarebbe nato dopo aver visto di persona proprio il dibattito del 14 ottobre 2015 a Lohfelden. Un serrato controllo sul neonazismo sarebbe dovuto arrivare anche dai vari uffici del, LfV-Landesbehörde für Verfassungsschutz, , che sono le declinazioni locali dell’intelligence interna. Il secondo elemento, spesso sottovalutato e praticamente sconosciuto al di fuori della Germania, è il ruolo simbolico e culturalmente strutturante del neonazismo nel mondo della criminalità tedesca (fuori e dentro le carceri, così come in contesti specifici come alcune biker-gang e diverse tifoserie di calcio). Essendo la squadra rappresentativa della “borghesia parigina” (il quartiere Saint-Germain-Dés-Pres è uno dei più ricchi della capitale francese), la squadra ha attirato fin da subito le simpatie degli ambienti più conservatori della destra francese. Se la Germania aveva pensato di lasciarsi il peccato originario del nazionalsocialismo alle spalle tramite la Riunificazione, liquidando ad esempio il neonazismo di strada della ex DDR come un colpo di coda del disagio sociale post-socialista, la storia della NSU getta la società civile tedesca nello sgomento e impone inevitabilmente una viscerale ripoliticizzazione del rapporto del paese con il proprio passato. Il 23 febbraio 2012 si svolge a Berlino una cerimonia di Stato per le vittime della NSU. Diversi media riportano che Ernst avrebbe dichiarato alla polizia di aver ucciso Lübcke per le posizioni sull’immigrazione del politico CDU, e che il suo odio sarebbe nato dopo aver visto di persona proprio il dibattito del 14 ottobre 2015 a Lohfelden. Dopo essere stato arrestato per l’omicidio Lübcke, infatti, Ernst è ora anche sotto accusa come presunto responsabile dell’accoltellamento di un giovane rifugiato iracheno nel gennaio 2016. La rivalità fra le due squadre ha la sua origine politica proprio durante il franchismo. La cura con cui il trio, anche in punto di morte o poco prima della cattura, prova a distruggere prove e documenti sulla loro cellula terroristica continua a suggerire e confermare quanto il network della NSU fosse radicato.Â, Al tempo stesso, sempre poche ore dopo la morte di Mundlos e Böhnhardt, sono la stessa Zschäpe e forse un altro complice a spedire ad almeno 15 indirizzi di media e associazioni un video di rivendicazione della NSU. La loro complice, Beate Zschäpe, viene catturata quattro giorni dopo, non prima di essere anch’essa riuscita a incendiare l’ultima casa nascondiglio della NSU a Zwickau, in Sassonia. L . In Germania gli ultras di estrema destra si concentrano paradossalmente nelle squadre dell'ex Germania Orientale dove sono presenti giovani tifoserie neo-naziste (principalmente Hansa Rostock, Energie Cottbus e Dynamo Dresda).Il caso dell Union Berlino è unico considerando la mentalità di sinistra dei suoi tifosi, soprannominata «meccanica». Se la tifoseria del Siviglia è dichiaratamente antifascista, antirazzista e indipendentista, su ben altre posizioni si trova quella del Betis che, animata dal gruppo Gol Sur, vive su posizioni filo-franchiste, neo-naziste e anti-indipendentiste. T Tifoserie delle squadre di calcio italiane‎ (22 P) Pagine nella categoria "Tifo calcistico in Italia" Questa categoria contiene le 8 pagine indicate di seguito, su un totale di 8. 3 apr 2017 - Cremona, 3 aprile 2017 - Due giovani skinheads piacentini, tifosi ultras del Piacenza calcio e militanti dell'area di estrema destra, F.M. In questo senso sono stati negli ultimi anni significativi i vari episodi di attacchi contro centri di asilo e per rifugiati, i cui autori sono talvolta persone radicalizzate in poco tempo, partite dai rally anti-immigrazione e passate all’estremismo militante in pochi mesi. Per politicizzati però s’intende non solo l’esposizione di uno striscione o il canto di qualche coro. Geograficamente i gruppi ultras sono così distribuiti: 56 gruppi in Lombardia, 50 in Campania, 42 in Liguria e Toscana, 32 in Piemonte, … I tifosi dell’Athletic Bilbao, club che tessera solo ed esclusivamente giocatori baschi, arrivarono a legittimare gli attacchi e le operazioni terroristiche dell’ETA, salvo poi spostarsi su posizioni più moderate negli ultimi anni. Il gruppo segue fin da subito un’organizzazione fluida e funzionale, sulla base di un modello già utilizzato dall’estrema destra … Il nucleo principale del gruppo NSU è formato da due uomini, Uwe Mundlos e Uwe Böhnhardt, e una donna, Beate Zschäpe. Dopo un derby tra Rimini e Forlì, gli ultras riminensi persero lo striscione "Panthers", sottratto a Fano in un derby precendente, striscione che era diventato una sorta di vessillo. La tifoseria blau-grana, difatti, si trova da sempre su posizioni ultra-separatiste e strizza l’occhio a diversi gruppi di matrice politica socialista se non addirittura anarco-comunista. La presenza di posizione politiche radicate è tuttavia spesso specchio delle origini delle squadre o delle città stesse: un classico esempio è quello dell’ Olympique Marsiglia che, essendo una città ad alti livelli di multiculturalismo, ha da sempre una tifoseria schierata su marcate posizioni anti-razziste e spesso vicine al socialismo. Diversi gruppi o individui criminali tedeschi autoctoni, al pari di quanto storicamente avvenuto nel mondo anglosassone con le fratellanze del suprematismo bianco, hanno da tempo assunto simbologie neonaziste e scelto l’ibridazione con l’estremismo di destra. La storia della P2, una loggia segreta. nel nuovo nazional-populismo. Una sulle tifoserie. Dati alla mano, il Real raccoglie fra i suoi fan un altissimo numero di elettori del PP e moltissimi sostenitori dell’estrema destra, cosa che accende ancora di più la frattura con i storici rivali del Barcellona. L’amministrazione locale ha ora deciso di aprire un centro di prima accoglienza anche a Lohfelden.