Il gioco del mese

coordinamento

Novembre: Anna si sveglia

ANNA SI SVEGLIA


TESTO E ILLUSTRAZIONI:  Komako Sakaï

TRADUZIONE: Elisabetta Scantamburlo

EDITORE: Babalibri

PREZZO: 13,00 €

ETÀ: 3+

È ancora notte quando Anna si sveglia. Tutti dormono, mamma papà e anche la sorella grande, solo Ciro il gattino è sveglio. La casa è immersa nell'oscurità e nel silenzio, quello spazio sospeso della notte, quando tutto è diverso e per un momento tutto si ferma: gli oggetti, i colori, i suoni, i quotidiani riferimenti, e così i sensi scoprono nuovi stimoli, nuove strade. È il momento giusto per Anna, così piccola e calda di sonno, di avventurarsi per casa, da sola, in pigiama con solo Ciro come complice, a far cose che di giorno non potrebbe fare, tanto non c'è nessuno a rimproverarla: può mangiarsi due ciliegie, dare del latte da bere al gattino, prendere a prestito la bambola preferita di sua sorella ed anche l'astuccio e i colori e ridacchiarsela in silenzio sotto le coperte. Può girare in punta di piedi e osservare la luna e un piccione, il più bello che si sia mai visto.
Poi arriva l'alba, coi suoi rosa-violetto che squarciano tutti i blu della notte e con essa il sonno: Anna si rannicchia ai piedi del letto di sua sorella e finalmente si addormenta.

Komako Sakai, raffinata autrice e illustratrice giapponese, ci regala (dopo Nell'erba e Giorno di neve, sempre pubblicati da Babalibri) un nuovo pezzetto d'infanzia delicatissimo, che, con estremo rispetto per i tempi e i modi dei bambini, costruisce un quadretto smussato, dolce, dipinto con grande maestria, di un mondo bambino dai lineamenti accennati, dai ritmi lenti, dagli sguardi che vanno dal basso all'alto, pieni di meraviglia.

Mi vengono in mente le parole del pedagogo e scrittore Janusz Korczak:

Dici: è faticoso frequentare i bambini.
Hai ragione.
Aggiungi: Perché bisogna mettersi al loro livello, abbassarsi, scendere, piegarsi, farsi piccoli.
Ti sbagli.

Non è questo l'aspetto più faticoso.

È piuttosto il fatto di essere costretti a elevarsi
fino all'altezza dei loro sentimenti.
Di stiracchiarsi, allungarsi, sollevarsi sulle punte dei piedi.
Per non ferirli.

Ecco, Komako Sakai ha trovato il modo di farlo.

 
 

Librieformiche.it in questo sito usa i cookies per ottimizzare e facilitare la navigazione e per consentire l'uso del nostro shopping on line. Per conoscere i cookies usati da questo sito, vi invitiamo a leggere la privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.